Richiesta
Newsletter abbonare

Qui trovate la nostra informativa sulla privacy e le condizioni di revoca.

Escursione oltre la Forcella Denti di Terrarossa

Escursione oltre la Forcella Denti di Terrarossa

Itinerario:
Da Compaccio (1844 metri) prendiamo la via, accanto al cartello informativo, che da destra si dirige sul sentiero numero 7 in direzione albergo d’alta montagna Panorama (2014 metri). Giunti al Giogo, lo sguardo si estende libero verso lo Sciliar, il Sassolungo ed il Sassopiatto. Il nostro sentiero (numero 2) ci porta ora sui larghi prati fino all’Hotel Punta d’Oro. Subito dopo ha inizio una salita un poco impegnativa: in innumerevoli serpentine lo stretto sentiero ci porta fino al declivio pietroso. In modo sempre più entusiasmante si erge la grande punta della Cima di Terrarossa. Sul punto più alto, la Forcella Denti di Terrarossa (2500 metri), attraversiamo contemporaneamente il crinale delle Cime di Terrarossa, per svoltare a destra e giungere in seguito al Rifugio Alpe di Tires (2440 metri; aperto solo d’estate). Ora scendiamo sul sentiero numero 4 fino al Passo Duron (2168 metri) e poi sul sentiero numero 4 in direzione est sullo splendido sentiero di confine della “Cresta di Siusi”. La Cresta di Siusi è il confine provinciale con il Trentino ed il confine linguistico con il mondo ladino. Sotto di noi si estende la Val di Fassa con la località di Vigo, Canazei e Campitello. Dopo una serie di leggere salite e discese raggiungiamo dal Giogo di Fassa il Rifugio Sassopiatto, una baita privata aperta solo d’estate (2300 metri). Qui ci ristoriamo per scendere in seguito verso Saltria nel cuore dell’Alpe di Siusi (1675 metri). – Da qui ritorniamo con l’autobus verso Siusi.

Dettagli sull'escursione

Schgagul